lunedì 5 marzo 2012

La mia compagna.

Dal mio diario.


Ogni tormento  un po' di saggezza mi ha donato.
Anche sè senza talento è stata la mia vita
ma grande è stato quello dell'anima e da lei
ho sempre preso consiglio.
Senza più tremori  e sospiri ora  è il mio cuore
e libera avanzo nel tempo.
 Per compagna ho sempre lei,la mia anima.

7 commenti:

gattonero ha detto...

Ecco perché hai sofferto tanto: eravate in due, e la parte fisica di te si è accollato da sola tutto il malanno.
Evitando all'anima una sofferenza che avrebbe reso ancor più atroce il tuo cammino.
(Come va?).
Un abbraccio di lunedì, che porti lenimento agli ultimi... ardori.

rosy ha detto...

Hai ragione lo devo ammettere.
Tra le cose del mondo e la mia anima misi dei paletti, ma non so quando e ne quando avvenne.
Volevo che la parte più nobile di noi restasse lontano dalle brutture della vita.
Lei è stato per me l'ossigeno e da lei prendevo la forza, insieme a lei non ero mai sola, ma doveva proteggerla.
Crescendo capì tante cose...e i paletti aumentarono.
Volevo a tutti i costi un'anima pura.
Il cammino non è stato facile, già, sottoposi il mio fisico e la mia mente a cose più grandi di me ma oggi sto qui a parlare con serenità.
Il lato più nobile di me e intatto, questa, è l'unica mia vittoria sulla vita.

Tu gattonero a quando vedo sei molto bravo a cogliere quello che è scritto tra le righe, questo è un dono che appartiene solo a chi ha sofferto.


Questa mattina è la prima mattinata senza antidolorifici che bello.
Seduta mi è ancora difficile ma credo senza dubbio che il più sia andato via.
Adesso c'è la ripresa, e qui ti voglio!! Scherzo.

Grazie della tua vicinanza gattone
Ricambio il tuo abbraccio e mi prendo l'augurio che questa settimana spegni gli ultimi ardori. Non vedo l'ora.

Buona settimana anche a te
Ciao!

Angelo azzurro ha detto...

Avere la consapevolezza della propria anima a supporto è una grande consolazione, sono d'accordo. Leggo della tua prima giornata senza antilorifici: speriamo bene rosy. Da evitare assolutamente sforzi inutili e pericolosi, ricordalo sempre. Un abbraccio

rosy ha detto...

Ciao Lucia,si è una consolazione avere come supporto l'anima, solo lei ci mette
in contatto con il nostro mondo interiore e ci regala la conoscenza di avere una coscienza sono tante le cose che l'anima ci dona, se solo si ha non la forza ma l'umiltà di ascoltarla , dalla sua conoscenza prendiamo forza e vigore.

Si, ancora adesso dopo un mese di antivirali e di antidolorifici ancora non sento la necessità dell'antidolorifico, mi sembra un sogno.
In questi momenti si da valore alla vita.Che strana natura è quella dell'uomo.Siamo costretti a capire sempre dopo.

Ti abbraccio e tranquilla se anche volessi non ce la faccio a fare ancora nessuno sforzo.

gattonero ha detto...

Ho letto dopo, di là. Alla domanda: non lo so, sono fermo a poco prima, andavo a spron battuto e ho cozzato contro un muro.
Nonostante i post, nonostante i commenti, che danno l'impressione di una buona ripresa, sono ancora frastornato.
E' una musata che sbatto ogni giorno, e ogni giorno rinnova la mia angoscia, quando la bacio come un saluto di buona notte.
Una buona notte che so che non sarà, né per lei né per me.
Se vuoi, mandami di là l'e-mail, parleremo senza coinvolgere i post e i commenti.
Ciao.

Costantino ha detto...

La compagna più fedele,il nostro giudice più severo...

Costantino ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.